Cos’è il Consiglio dell’Oratorio?

Si tratta di un consiglio di persone che rappresentano attivamente la realtà dell’oratorio, con il compito di affiancare il parroco nel coordinamento della vita dell’oratorio. Tale organismo di comunione ha valore consultivo.

Opera soprattutto nell’ambito della analisi e proposta educativa con l’obbiettivo di favorire la comunione tra le varie realtà operanti in oratorio. Definisce le strategie di azione proprie dell’oratorio rispetto a quanto richiesto dalle scelte pastorali parrocchiali, per questo motivo vi è una rappresentanza nel Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Viene reso partecipe delle scelte economiche e gestionali dell’oratorio, anche se la definizione ultima di queste spetta al parroco e al Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici.

Resta in carica 3 anni e ed è  così composto in modo da rappresentare il più possibile la realtà attuale del nostro Oratorio. Gli attuali membri sono:

Membri di diritto
– Parroco: Don Fausto Mussinelli

Membri eletti
– 1 referente del bar (barista incaricato o suo delegato): Maurizio Anni
– 2 referenti della gestione amministrativa bar (attualmente costituito dal consiglio ANSPI): Giampietro Guaragni e Lorenzo Ferrari
– 2 rappresentanti dei catechisti ed educatori: Alice Mensi e Marco Anni
– 2 rappresentanti dei volontari e persone attive in oratorio (pulizie, cucina, manutenzione, segreteria): Luisa Quadrelli e Fabrizio Trioni
– 2 rappresentanti del gruppo adolescenti (sotto i 18 anni): Beatrice Situra e Gabriele Garda
– 2 rappresentanti del gruppo giovani (sopra i 18 anni): Matteo Rocca e Isabella Lanzoni
– 2 rappresentanti eletti tra gli adulti liberamente candidati come rappresentanti degli adulti: Gianfranco Torri e Marisa Martinelli

L’ultimo verbale

Consiglio Oratorio febbraio 2024

Il consiglio dell’oratorio si è aperto con una preghiera iniziale e con l’analisi del testo del vangelo relativo alle ultime ore di vita di Gesù in croce. Gesù prima di morire cita il salmo “Eloì, Eloì, lemà sabactàni?” (“Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato?”) ma i saggi presenti confondono “Eloì” con “Elia” e non colgono il riferimento. Questo ci porta a pensare a come, tante volte, le nostre convinzioni ci possono portare a sbagliare, nonostante si pensi di essere nel giusto. Questo accade con la morte di Gesù. Però c’è sempre modo di rimediare: come il centurione che riconosce il senso dell’azione di Dio, nel figlio Gesù (“Davvero quest’uomo era Figlio di Dio”), vedendo Gesù morire. Il dono di sé, fino alla passione e la morte è il segno di un Dio che si fa uomo, la risposta alle nostre domande più profonde, il motivo che mette in moto tutta l’azione pastorale dei nostri oratori.

Il tema della quaresima: Facciamo fiorire la vita

Il collegamento con il tema della quaresima di quest’anno è quasi immediato: mettere in moto l’azione pastorale può essere visto come una nuova fioritura. Con i catechisti e il consiglio pastorale si è definito il cammino di quaresima come un percorso che dalla cenere porti le persone a “fiorire” cioè far emergere i motivi di speranza che rendono piena di frutti la vita. Il segno del percorso che man mano vedrà passare dalla cenere, alla terra, al vaso, al tronco ai rami spogli e poi con le foglie e infine fioriti dovrebbero aiutare anche una serie di passaggi interiori di conversione in questa direzione. La nostra quaresima si apre con i tre giorni intensi degli Esercizi Spirituali parrocchiali, occasione di grazia per staccare dal quotidiano e entrare maggiormente in intimità con Dio.

Le proposte per la quaresima saranno differenti per le varie fasce d’età:

Proposte del cammino di quaresima per la comunità:

  • Riflessione quotidiana al termine della messa seguendo un libretto di riflessioni sul vangelo del giorno.
  • Proposta quotidiana del podcast della diocesi sui social sempre a commento del vangelo del giorno, da strutturare in base al materiale messo a disposizione dalla diocesi.
  • Ogni venerdì due momenti di preghiera per adulti (Via Crucis): ore 15 e ore 20.30 (per Acqualunga ore 18).
  • Ogni lunedì e mercoledì lectio divina della domenica successiva (per Acqualunga il mercoledì).
  • Mercoledì 28 febbraio e 6 marzo catechesi comunitaria sulla Humanae Vitae.
  • Per i catechisti e per chi fosse interessato: Corso Biblico Formativo: Venerdì 23 febbraio a Quinzano, 8 marzo a Borgo e 5 aprile a Farfengo, ore 20.30.
  • Martedì 26 marzo, ore 20.45: Via crucis comunitaria vivente
  • Mercoledì 27 marzo, ore 20.45: Liturgia penitenziale comunitaria
  • Processione del Venerdì santo con il Cristo morto

Proposte di preghiera per le famiglie e i ragazzi dell’ICFR, preadolescenti ed adolescenti:

  • Per i ragazzi dell’ICFR: preghiera quotidiana online, legato al podcast e preghiera settimanale del venerdì pomeriggio (ore 16.15), richiamando il Vangelo della domenica.
  • Preadolescenti: si impegnano a partecipare alla messa domenicale come gruppo e vivranno la preghiera quaresimale settimanale durante il loro incontro.
  • Adolescenti/giovani: si impegnano a partecipare alla messa domenicale come gruppo e vivranno la preghiera quaresimale settimanale durante il loro incontro. Si terrà un Tavolo della parola per giovani giovedì 22 febbraio 2024
  • Per preadolescenti, adolescenti e giovani: Via crucis itinerante, lunedì 11 marzo 2024

Proposta di carità per tutti:

  • Raccolta di carità attraverso le “cassettine”. È stato deciso dal consiglio che il progetto a cui saranno destinate le offerte sarà “Un convitto per i bambini audiolesi della Palestina”. Si legge dal sito della diocesi ”Le Suore Maestre di Santa Dorotea Figlie dei Sacri Cuori, offrono la riabilitazione audiofonetica a circa 200 alunni con lesioni all’udito che provengono da diverse zone: Betlemme, Beit Jala, Beit Sahour, Ramallah, Hebron e Jericho. Dallo scoppio della guerra, la situazione dei villaggi degli alunni si è fatta molto difficile. Si vuole facilitare le alunne che abitano lontano dalla Scuola e non possono raggiungerla ogni giorno, offrendo la possibilità di un convitto ad almeno 20 di loro.”
  • Mercoledì 20 marzo, ore 19.00: Cena per il povero. Si cercherà, come l’anno scorso, di invitare alla cena una persona che possa dare una testimonianza legata in qualche modo al progetto.

Altre iniziative prima e dopo la Pasqua:

  • Domenica 25 febbraio: a Chiari l’evento Start up per preadolescenti
  • Lunedì 13 marzo: i giovani di Borgo San Giacomo si troveranno a San Paolo con i giovani delle parrocchie di San Paolo e Orzinuovi, nel proseguimento del loro cammino zonale
  • Verrà riproposta la raccolta viveri della caritas presso il Family mese di aprile, le date sono ancora in fase di definizione
  • Verrà riproposto il cineforum: 4-11-18-25 maggio, la programmazione dei film è ancora in fase di definizione
  • Incontri per genitori ICFR in oratorio con pranzo: 7 aprile (2°-3° anno) e 21 aprile (4°-5° anno)
  • Giovedì 7 marzo: rogo della vecchia. Si farà la consueta sottoscrizione a premi per le uova, il ricavato sarà destinato alle attività dell’oratorio.
  • Domenica 17 marzo: nel pomeriggio palio di san Giuseppe ad Acqualunga
  • Sabato 23 marzo: veglia delle palme in cattedrale a Brescia. Invito di partecipazione agli adolescenti e ai giovani
  • Domenica 24 marzo: Le Palme. Previsto lo spiedo da asporto e animazione nel pomeriggio
  • Domenica 12 maggio: festa della mamma. Ci sarà la vendita delle torte, con l’invito agli adolescenti di partecipare alla bancherella. Invitiamo chi volesse partecipare alla realizzazione delle torte di avvisarci per programmare il tutto

Nel Consiglio dell’oratorio di novembre avevamo guardate all’estate a grandi linee. Oggi possiamo dare qualche informazione aggiuntiva.

  • Camposcuola: dal 9 al 16 giugno: campo dalla 4° elementare alla 2° media, presso casa Paolo VI a Grignaghe – Passabocche, posti disponibili 30. In via di definizione l’equipe animatori.
  • Grest dal 24 giugno al 28 luglio. È stato già trovato il responsabile del grest che sarà Matteo Rocca, ad oggi anche membro del consiglio dell’oratorio. Il tema del grest verrà presentato ai responsabili/educatori a Brescia sabato 16 marzo. L’inizio della formazione per il grest verrà fatto da metà di aprile.
  • Festa patronale: la festa patronale proposta dal giovedì 25 alla domenica 28. Ad oggi si sta cercando una mediazione per tenere insieme le varie esigenze delle realtà che partecipano. Noi vorremmo proporre domenica 28 come data per la festa finale del grest. Dal 26 al 28 sarà presente lo stand gastronomico all’oratorio.
  • Festa dell’oratorio: viste le date non favorevoli di quest’estate, la festa sarà posticipata nei giorni 6-7-8 settembre con inserita la festa degli anniversari di matrimonio e di fine estate.
  • Esperienza adolescenti e giovani: Puglia, cammino di don Tonino dal 3 al 9 agosto.
  • Esperienza 3° media – 1° e 2° superiore: indicativamente sarà nella settimana dal 26 al 30 agosto. Nulla è ancora definito ma si è chiesta, per ora, la disponibilità di autogestione presso Chalet Maniva.

Concludendo, tra le varie ed eventuali, si è parlato delle modifiche relative al bar. La realizzazione dei bagni all’interno del locale è in attesa dell’iter burocratico relativo al catasto. Contestualmente sono iniziate le pratiche per poter portare il POS all’interno del bar.

Don Fausto ha infine presentato al consiglio la sua idea di realizzare una “Casa della Comunità”, nei locali dell’ex appartamento all’interno dell’oratorio. Il discorso è rimandato a data da definirsi.

I verbali precedenti